Libri / Teatro, Cinema, Musica / Unità didattiche per la scuola primaria di educazione musicale.

Unità didattiche per la scuola primaria di educazione musicale.

Micol Corbini

Un insegnante è sempre alla ricerca di unità didattiche per le sue lezioni. In questo volume troverete proprio ciò. Un percorso già organizzato dalla scoperta del suono alla notazione simbolico accentutativa.

€ 20,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 20,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Colore
Formato: 21 x 29,7 (A4)
Copertina: Morbida
Pagine: 68
Categoria: Teatro, Cinema, Musica
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-969-0

Biografia

Stralci

4 Stralci

Unità didattica sull`individuazione della natura del suono.

U.D. 2 Ciascuno sceglie un suono e lo fa ascoltare al gruppo che ne memorizza il timbro e la posizione nello spazio. L’oggetto viene esplorato in ogni modo possibile, battuto, grattato, sfiorato, soffiato, scosso, eccetera. Il gruppo e occhi chiusi A tocca B che suona il proprio oggetto sonoro o strumento, il gruppo con il braccio deve indicare la provenienza del suono e la sua natura, metallo, legno, plastica oppure verbalizzare la fonte sonora. Il gruppo è in cerchio. Mentre A si sposta nello spazio producendo un suono, il gruppo dislocato in ordine sparso oppure addossato ad una parete, deve indicare il percorso del suono. Gioco individuale : il bambino è seduto ad occhi chiusi, l’insegnante eccita un triangolo oppure una campanella e lasciandola suonare, la muove nello spazio vicino al bambino. A destra, a sinistr,a di fronte, in alto, in basso, al di sopra della testa, il bambino deve indicare gestualmente la provenienza del suono. Orientamento spaziale mediante orecchio, tatto. Gioco a coppie. Tenere la stessa coppia per tutte e tre le proposte, effettuando lo scambio dei ruoli al suo interno. A ad occhi aperti e procedendo all’indietro guida B che ha gli occhi chiusi attraverso lo spazio. Le palme di B poggiano su quelle di A il quale di tanto in tanto fa toccare a B qualche strumento oggetto. B lo eccita e cerca di individuarne la posizione nello spazio. Allo stop B dirà ad A prima di aprire gli occhi, dove si trovano.

(Rif. Pagina 12)

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni