Libri / Poesia / Io sono qui
foto copertina
5898 Visite
Torna alla vetrina »

Io sono qui

Massimo Salvadori

Versi irrequieti e continui, inquieti come sa esserlo il mare, si cerca una terra, una luce che possa dare senso e significatività ai rapporti: la poesia di Salvatori è un fiume di rimandi, di suggestioni, spesso in rima. Un'epica moderna, in cui l'eroe appare e scompare, s'interroga, chiede, guarda scorrere la vita, attraversa le tematiche dell'amore, della solitudine, della fugacità delle cose scegliendo l'affabulazione e il verso articolato. La trama spesso è l'analogia con cose altre, in continui richiami che a volte fanno smarrire, a volte generano nuove domande, sempre suscitano emozione.

È un sospiro mancato,
un solo respiro soltanto,
il fantasma che inseguo
per strada.


€ 14,00
Sconto 15% (€ 2,10)
Totale € 11,90

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 208
Categoria: Poesia
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-196-0

Biografia

foto autore Massimo Salvadori
Massimo Salvatori è nato a Modena, dove tuttora vive, si è laureato a Bologna con una tesi interdisciplinare sul possibile nesso tra storiografia e romanzo. Ha collaborato negli anni dell'Università e in quelli successivi ad alcuni progetti editoriali e di laboratorio su questa materia. Umanista la formazione, la persona, l'autore: si scrive e, al contempo, si vive. Con fiducia, possibilmente.

Le sue opere pubblicate:

Stralci

2 Stralci

Perché la speranza è di ogni urgenza/più umana,/la sola giustizia che non deve/ aspettare.

Perché la speranza è di ogni urgenza/più umana,/la sola giustizia che non deve/aspettare./Un respiro profondo/come profondo è il mistero/che ancora più fitto rimane,/alla fine di un uomo qualunque,/di tutta quanta una vita,/nelle sue mani callose,/o che hanno servito l’inchiostro/e amato la penna/ (...) Per chi ancora ci crede./Per chi vuole ancora sperare./(...) Per chi di fatica anche muore./Ma di desiderio,/e di voglia bambina risorge/e continua, più stanco, più forte,/ancora tenace/a volere scoprire, imparare,/sentire, sapere./ Viaggiare./Affiatarsi. Stancare./Dormire, sfinirsi, nutrirsi./Morire./E ricominciare./Napoli, il sole, la nebbia/ e Venezia sul mare,/le calli, i vicoli, i bassi,/i ponti di lava e di selce/sospesi alla fine del mondo/temendo che possa un giorno/finire. /Le strade di riviera e pianura,/di folla, di asfalto, e rumore,/percorse, ingombrate, scoperte,/tentate./La stessa speranza, la diversa paura, /L’Atlantico o il mare/nascosto dietro una riva,/la spiaggia e la pioggia salmastra,/o l’onda irruente che abbatte la costa,/fa la vita crollare./Oppure lo scoglio che in una sola conchiglia/è racchiuso./ Il solo mare di sempre. /(…)Per tutto c’è un nome. C’è una sostanza,/che una parola, un concetto/ un desiderio raccoglie,/che attende il suo senso, a cui stanno appese le cose/che fanno di un mondo una vita./O l’apparenza. L’illusione soltanto./ Ma c’è sempre una sola parola/che resta./A soffiare sul cuore./Che conta, che manca, che insiste./Sfuggente e infinita./Incompiuta./Struggente./Sognata./Nel cuore, nel mare, sulle onde/negli occhi di lacrima vento,/tra le mani di chi è ancora disposto/che restino anche vuote soltanto./Di chi sente, di chi ancora vive,/e da adulto, dispera,/ma che poi spera sempre/restando,/di dentro, un bambino. E che affida a una vela,/o ad una barchetta,/che del gioco ha l’apparenza soltanto,/il suo piccolo e umano,/così tanto grande e piccino,/non ci sono parole abbastanza,/silenzioso destino./

(Rif. Pagina 148)

Recensioni

3 Commenti presenti. Media voto 5/5

Tina Piccolo 02/05/2012

E` la parola che racconta, confida, esamina, scavata nel profondo dell`essere umano, densa di significati e di emozione. La parola "alata" che si fa poesia, ponte di comunicazione, dubbio e ricerca, evasione, sogno e realtà...ecco la poesia di Massimo Salvadori, ritroviamo anche in essa "il combattente" per difesa dei diritti degli altri, tutti gli altri, uomini, donne, bambini, stranieri, emarginati. Egli è quel che sente, quel che scrive, un uomo soltanto, oggetto di un nudo e crudo destino. Eppure la vita irrompe in ogni pensiero, la speranza e la fede sono richiami innocenti, germogli di un sentimento. E l`amore forte, tenace, è un desiderio che può spalancare un orizzonte o far sprofondare in un abisso. Una forza ostinata, dolce, tenera e dura anima il poeta che rompe gli ormeggi e scrive, finchè ha un respiro. Nessuno conosce il mondo e l`uomo meglio di un poeta e nessuno ha la voglia infinita di esplorare gli angoli più remoti dell`esistenza e dell`anima come il poeta. "Io sono qui" è il volume di poesie di Massimo Salvadori (info al link http://ww2.photocity.it/Vetrina/DettaglioOpera.aspx?versione=18437&formato=8258) che offre pagine di versi intensi e significativi con splendide metafore, tra domande e analisi delle molteplici tematiche della vita. E` un fiume, un mare, un oceano che accarezza e travolge con le onde delle emozioni. E` un interrogarsi e interrogare nella luce pura ed intensa della poesia. Tina Piccolo ( ambasciatrice della poesia italiana nel mondo, critico letterario e di arti visive)

Voto: 5/5