Libri / Narrativa / SEDUTA SU UN MURO DI MARZAPANE E UN PUGNO DI FRAGOLE
foto copertina
2372 Visite
Torna alla vetrina »

SEDUTA SU UN MURO DI MARZAPANE E UN PUGNO DI FRAGOLE

Mara Di Maura

Nero, azzurro, rosa e viola sono i colori che potrebbero probabilmente meglio di tutti trasferire sulla tela i sentimenti contenuti in queste narrazioni: il nero della cronaca, l’azzurro dell’infanzia e della fiaba, il rosa dell’amore più delicato e spirituale, il viola dell’arte. Il titolo della raccolta (racconti, un breve romanzo, narrazioni simili al monologo teatrale), Seduta su un muro di marzapane e un pugno di fragole, è nato dalla sovrapposizione di una serie d’immagini: la durezza del concetto di “muro” (la cronaca), il marzapane delle fiabe, la voce femminile (spesso la prima persona narrante di questi testi è donna), le fragole come frutto gioioso e morbido ma al contempo malizioso (l’amore visto dal punto di vista femminile) Il termine “rifugio”, titolo del racconto che chiude la raccolta, esprime a mio parere in maniera efficace tanto la natura quanto l’obiettivo di tutti questi testi: farsi un piccolo cantuccio personale, un rifugio appunto in cui potersi godere l’incanto che solo la scrittura e la fantasia sanno donare. Esattamente come lo sono stati per me questi testi nell’atto di scriverli.

€ 11,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 11,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 165
Categoria: Narrativa
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-165-6

Biografia

foto autore Mara Di Maura - Ernesto Calogero
Laureatasi a pieni voti al DAMS all'Università degli Studi Roma Tre durante gli anni universitari comincia la sua formazione di attrice frequentando la Scuola di Tecniche dello Spettacolo di Claretta Carotenuto. Si specializza poi, tra gli altri, con Fioretta Mari, Michael Margotta, Emmanuel Lavalleè, Renato Cortesi… La sua attività di versatile attrice professionista in giro per la Sicilia in matineè scolastiche e repliche serali spazia dal vernacolo alla lingua, dal brillante al drammatico: fiabe, classici, contemporanei, commedie d'ambientazione siciliana. Ha recitato in diversi cortometraggi ed ha collezionato piccole partecipazioni cinematografiche e televisive. A gennaio del 2011 ha debuttato con l'atto unico "Allo specchio" da lei scritto, diretto, interpretato e prodotto. Forte di una fervida attività didattica teatrale presso enti di formazione e scuole nel 2011 ha fondato a Catania la scuola di recitazione "La bottega dell'attore" di cui è direttrice ed insegnante. Nel 2012 ha fondato la Sala Ridotto di Catania di cui è direttore artistico. Giornalista pubblicista iscritta all'albo, è mamma di una bambina e nel tempo libero si dedica alla scrittura creativa: dopo il romanzo Il sapore dei tramonti, scritto a quattro mani con il compagno Ernesto Calogero, la raccolta di racconti Seduta su un muro di marzapane e un pugno di fragole è la sua seconda pubblicazione.

Stralci

Al momento non sono presenti stralci

Recensioni

4 Commenti presenti. Media voto 5/5

Mariangela Di Stefano dal blog Matte da Leggere 25/04/2014

Qualche giorno fa, martedì scorso, sono stata alla scuola Turrisi Colonna di Catania, per presentare il libro di un’amica, Mara Di Maura, con la quale, un po’ di tempo fa, ho condotto un programma radiofonico su una radio locale. Mara, con Seduta su un muro di marzapane e un pugno di fragole, è alla sua seconda pubblicazione. Si tratta di una raccolta di racconti, sette racconti, che Mara ha scritto tra il 2002 e il 2005 e che solo nel 2012 ha visto la luce. Gabbiani su Roma, Ali, Cronaca, Femminile Singolare, Sette Giorni, Post Mortem, Rifugio, sono i titoli dei racconti. Sette storie diverse che hanno al centro la figura della donna, declinata in molteplici modi.Il primo racconto, Gabbiani su Roma, è in effetti più un romanzo breve che un racconto. Nel libro, che è composto in totale, di 165 pagina Gabbiani su Roma, questo scritto ne prende 86, in pratica occupa la metà della pubblicazione.Mara, che nella vita fa l’attrice, ma che durante il suo percorso ha lavorato anche come giornalista, in ognuno dei suoi racconti cambia linguaggio, registro, alcune volte utilizzando una scrittura prettamente giornalistica, in altre ancora producendo qualcosa che potrebbe essere molto vicino ad un monologo teatrale.Il libro, per me, è stata una bella scoperta.

Voto: 5/5