Libri / Narrativa / Il Ritorno
foto copertina
1594 Visite
Torna alla vetrina »

Il Ritorno

Ferruccio Alfaroli

Santo Zichichi, Maresciallo Maggiore dell’Arma dei Carabinieri, già Comandante della Stazione C.C. di Bellano, paese rivierasco adagiato sulla sponda orientale del Lago di Como, provincia di Lecco, dopo il pensionamento è tornato nella sua terra d’origine, la Sicilia.

14,50 €
Sconto 10% (1,45 €)
Totale 13,05 €

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 228
Categoria: Narrativa
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-117-5

Biografia

foto autore ferruccio alfaroli
Ferruccio Alfaroli, nasce a Sesto San Giovanni (Mi) nel novembre 1948, ma vive da cinquant'anni a Bellano (Lc), un ridente Paese posto sulla sponda orientale del Lago di Como (Lario), lungo la Statale 36, che da Milano, conduce al passo dello Spluga. Bancario in pensione, felicemente sposato da quasi quarant'anni con Marialuigia, ha quattro figli, tre femmine ed un maschio e due eccezionali nipotini. Ha sempre desiderato dedicarsi alla scrittura, ma gli impegni lavorativi e di famiglia glielo hanno sempre reso impossibile. Dopo il pensionamento realizza finalmente il suo sogno di sempre e comincia a scrivere. Dapprima si dedica solo ai brevi racconti, sino a quando nasce il suo primo romanzo: "I Brusca". L'idea era da tempo nei suoi pensieri, ma quando la mette nero su bianco inizialmente lo fa sotto forma di racconto, dal titolo "Bortolino", per destinarlo ad un concorso letterario locale. Quando sta per consegnare il manoscritto ci ripensa. Decide che quella trama può essere di molto migliorata. Torna sui suoi passi, abbandona il concorso letterario e riprende l'originaria intenzione. Inserisce fatti e personaggi nuovi ed ecco nascere il primo romanzo. Ama la lettura, la musica, soprattutto quella Classica, Sinfonica ed Operistica ed è un discreto clarinettista. Adora il calcio, la pesca sportiva, il modellismo navale ed i propri cani. La sua "Opera Prima", così la chiama lui, è in buona parte ambientata nei territori che circondano il Lario o che, per motivi economici , gravitano comunque sulla sua zona d'influenza. Pur essendo un Lagheé (modo dialettale per chiamare la Gente del Lago) adottivo, ama profondamente usi e consuetudini delle popolazioni della sua zona ed è sempre alla ricerca di notizie, aneddoti e quant'altro che poi inserisce nei propri lavori. Attualmente è alle prese con un nuovo romanzo, sempre ambientato sul lago, ma in un paese rivierasco una decina di chilometri più a sud da dove si svolge la trama de "I Brusca".

Le sue opere pubblicate:

Stralci

7 Stralci

La scoperta di Lucindo

Sulle prime il maresciallo pensa che sia già ubriaco, ma quando l’altro, giuntogli davanti, deposita sul tavolo una giacca di lana, molto elegante, di ottima fattura, imbrattata di sangue, che contiene una mano mozzata, si rende conto che il Lucindo è incappato in qualcosa di molto grave.

(Rif. Pagina 14)

Recensioni

7 Commenti presenti. Media voto 5/5

Anna Rita 12/09/2012

Avevo già letto il primo libro di questo autore e mi era piaciuto molto così, quando in libreria ho trovato l`attuale, l`ho acquistato subito. Anche questo è molto intrigante e l`ho letto in pochissimo tempo. Devo ammettere che amo molto i libri che parlano di luoghi a mè noti (abito in zona) e, quando ne ho l`occasione li acquisto. Complimenti dunque ed invito il Signor Alfaroli a scrivere altre storie simili. Senz`altro saranno apprezzate come le due precedenti.

Voto: 5/5