Libri / Narrativa / Poesía de la Reina
foto copertina
2073 Visite
Torna alla vetrina »

Poesía de la Reina

Alberto Corbino

“Poesìa de la Reina, nome recente dell’antica Ventanillas, è un puntino appena visibile sulla carta stradale della Colombia. Alberto Corbino asserisce che a condurlo là fu il caso: un caso fortunato per chi ha l’occasione di leggere questo racconto breve e intensissimo, ché il suo non è viaggio di curiosità superficiali, di avventure svaganti, di stolide allegrie, ma l’itinerario di un viaggiatore pensoso, desto e perspicace, che vuole e riesce a penetrare nella vita delle genti, nella loro realtà e nelle loro leggende, nel vasto mondo dei deboli, degli ingenui, degli esausti, degli sfruttati e dei loro faticosi riscatti, che Alberto Corbino riveste del raro, largo e affascinante movimento armonioso di una prosa agile e piena di sostanza, poeticamente e simbolicamente avviata e conclusa dai candidi versi del poeta Pedro alla sua Reina”. La Giuria letteraria del XXI Premio Firenze

€ 6,50
Sconto 10% (€ 0,65)
Totale € 5,85

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 71
Categoria: Narrativa
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6581-009-5

Biografia

foto autore Alberto Corbino
Alberto Corbino (Napoli, 1969), laureato in Scienze Politiche internazionali, ha usurpato un dottorato in Geografia umana a Padova e coltiva una passione non corrisposta per l’America latina e il Mediterraneo. Vive e fa finta di lavorare a Napoli, dove si occupa di teoria e pratica delle politiche di sviluppo sostenibile (ma da molto prima che ciò diventasse una moda). È talmente egocentrico che, oltre a numerosi articoli tecnico-divulgativi, ha pubblicato il romanzo breve Manguste Metropolitane (Avagliano Editore, 1996) e la raccolta di racconti Il Mare che non scappa, che include la commedia Malformazione professionale – diario di classe di stranoccupati partenopei (Arte Tipografica, 2001). Volontario della Ong di cooperazione allo sviluppo Mani Tese, si preoccupa di diffondere la cultura del viaggio responsabile con l’associazione il Vagabondo. Ha addirittura un suo sito: http://www.geografie.it

Stralci

Al momento non sono presenti stralci

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni