Libri / Narrativa / Ad un passo dal cuore
foto copertina
1441 Visite
Torna alla vetrina »

Ad un passo dal cuore

Manuela Fornero

Quando una persona ci delude, dentro di noi scatta un meccanismo di autodifesa che crea uno strato protettivo intorno al cuore come a difenderlo da ulteriori ferite. Miranda, la protagonista di “Ad un passo dal cuore” di delusioni ne aveva ricevute abbastanza e, a torto o a ragione, il suo cuore si era chiuso come un riccio e sembrava che non vi fosse modo per farlo tornare alla luce. Ma nella vita non bisogna mai perdere le speranze, soprattutto nell’amore che è il sentimento motore dell’universo. Miranda ha così la sua occasione, saprà coglierla e non lasciarsi sfuggire questa “ zattera di salvataggio? “.

€ 11,00
Sconto 5% (€ 0,55)
Totale € 10,45

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 235
Categoria: Narrativa
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-476-3

Biografia

foto autore MANUELA FORNERO
Sono nata a Torino il 2 aprile del 1955 e vivo in provincia di Bergamo da alcuni anni. Ho frequentato l'Istituto Magistrale senza peraltro aver mai insegnato in quanto ho preferito occuparmi della gestione dell'azienda famigliare.
"Un passato da riscattare", è il primo di quattro romanzi che ho avuto modo di scrivere fino ad ora. L'incoraggiamento maggiore è giunto principalmente da mio marito e in seguito da cari amici che dopo aver letto i miei racconti sono rimasti colpiti dalla semplicità con cui riesco a esporre tematiche quotidiane andando nel profondo senza peraltro scivolare in inutili polemiche non costruttive.
I miei sono racconti che richiamano alla mente il sentimento più antico del mondo: l'amore. Quel tipo d'amore che non si concede facilmente e non è mai volgare.
A mio avviso nella società odierna sono molti i giovani e i meno giovani che a causa della vita frenetica che conducono non hanno ancora imparato ad amare; il pratica non conoscono quel tipo di amore che ti fa venire il batticuore e che, alimentato dalla virtù della pazienza, trova in esso il suo massimo appagamento.
Non sono una scrittrice famosa né credo che mai lo diventerò, ma sono felice di sapere che coloro che leggeranno i miei racconti potranno almeno per un po' pensare e credere che esiste ancora un modo pulito per vivere quel meraviglioso sentimento che è l'amore. Sono anche convinta che ciò che più conta nella vita non è tanto quello che siamo quanto ciò che siamo in grado di trasmettere agli altri.

Le sue opere pubblicate:

Stralci

3 Stralci

La partenza

L’aereo si staccò dal suolo in perfetto orario. L’assordante rombo dei motori ormai lontani, indicò il successo della partenza e, con ancora il naso rosso e gli occhi umidi, rimasero a guardarlo fino al momento in cui scomparve definitivamente inghiottito dalle nuvole. Come per tutte le altre volte, sentì il suo stomaco stretto in una morsa in preda a un’ansia indefinibile. Sapeva bene che fino a quando non avrebbe ricevuto la telefonata del suo arrivo, sarebbe stato così. Ah, come avrebbe voluto superare quell`assurda paura di volare ma, sebbene ci avesse pensato molte volte…No, la sua decisione era stata sempre la stessa: non avrebbe mai volato né per lui, né per nessun altro. Era una fredda mattina di Febbraio e la direzione del vento era cambiata annunciando qualche cosa di nuovo nell`aria proprio come avveniva nel celebre film: “Mary Poppins”. Un’indefinibile inquietudine si era impadronita del suo essere facendola sentire, metaforicamente parlando, come una di quelle statuette segna tempo che, in base alla temperatura, cambiano colore. Ovviamente non poteva essere colpa della primavera, perché ancora lontana. D’altra parte, non era la prima volta che l’accompagnava all`aeroporto e, dal momento che ne avevano già parlato da diverso tempo, era anche a conoscenza del fatto che presto o tardi lui sarebbe andato via per sempre. Ciononostante quella fu la prima volta che si rese davvero conto di quanto la sua vita sarebbe cambiata quando ciò sarebbe accaduto. Negli ultimi ventiquattro anni aveva vissuto dimenticando se stessa, sacrificando la sua giovinezza e tutte quante le sue aspirazioni solo per lui. Fino a quel momento non se n’era mai pentita, tuttavia fu solo allora che accusò tutto il peso dei suoi quaranta anni ed ebbe la spiacevole sensazione di aver improvvisamente esaurito tutte le sue risorse e le sue difese come se la terra sotto i suoi piedi fosse stata inghiottita nel nulla.

(Rif. Pagina 2)

Recensioni

3 Commenti presenti. Media voto 4/5

Franca 11/11/2013

L`ho trovato un racconto piacevole e pulito, una passeggiata attraverso i sentimenti umani. E` un tipo di lettura tranquilla che oggi è difficile trovare.

Voto: 4/5