Libri / Poesia / La Passione di Cristo
foto copertina
2245 Visite
Torna alla vetrina »

La Passione di Cristo

Samuele Pasquino

La grande parabola della sofferta passione di Cristo raccontata per la prima volta attraverso intensi componimenti poetici che, unici nel loro genere, analizzano sotto un piano emotivo e profondamente religioso le ultime dodici ore della massima figura cristiana. "La Passione di Cristo" affronta come non mai il complesso tema del paradosso umano in confronto al paradigma religioso, pieno di sfaccettature, dubbi e pensieri. In breve, il Cristo visto da un uomo semplice, poeta della Sua storia nel nostro mondo.

€ 9,90
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 9,90

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 77
Categoria: Poesia
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6581-307-2

Biografia

foto autore Samuele Pasquino
Samuele Pasquino nasce a Torino il 3 Gennaio 1981 sotto il segno del Capricorno. Essendo fin dall`adolescenza appassionato di poesia (negli anni del liceo compone numerosi sonetti), intraprende gli studi umanistici fino al conseguimento della Laurea in Lettere Moderne nel marzo del 2009 presso l`Università degli Studi di Torino. Nel 2011 pubblica "La Passione di Cristo", opera poetica concepita ben sette anni prima. Da alcuni anni si dedica anche alla narrativa e alla scrittura di racconti di vario genere. E` inoltre critico cinematografico e responsabile del sito web www.recencinema.it, dove sono consultabili tutte le sue recensioni.

Le sue opere pubblicate:

Stralci

1 Stralci

Nel silenzio del Getsemani

Sul Getsemani cala la nebbia, nella notte spettrale s’insinua il silenzio, raggelante come antico oblio sperduto. Veglia la Luna nel cielo dormiente, la luce fra le nuvole assopite vela i limbi bui nell’aria greve e stanca, carezzata da schiva tristezza improvvisa ma annunciata. Sussurri portati dal vento, i respiri dal sonno vinti, costretti dentro sogni inquieti, molestati. Lui è da solo a pregare chino e tremante, fra i piccoli alberi denudati dalla fredda atmosfera, umida e tagliente come un rovo scuro e secco. Inizia a soffrire il Suo cuore pesante che non trattiene una gelida paura, profezia di un dolore grande, schiacciante, insostenibile, che già ferisce spietato, incontrollato. Le sue parole vogliono essere ascoltate, arrivano attraverso selve spinose, sadiche fiamme avvolgenti, arrivano deboli e stremate. Le lacrime s`infrangono sull`erba, incosciente, ammutolita da divine vibrazioni, evanescenze riecheggianti, ostinate, latenti. Il corpo si prostra, sudando l`orrore di un martirio, il sangue che dovrà versare, copioso, per riscaldare le pietre del peccato. C`è il male primordiale che ora Lo osserva, la seduzione che cerca l`anima, la tentazione della carne e dello spirito, l`inebriante voce del desiderio. Lui ode ma non risponde, nel Suo pianto profondo la purezza dell`amore, la promessa della vita, inviolabili gentilezze oltre il crollo dell`uomo.

(Rif. Pagina 4)

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni