Libri / Gialli, Noir e Horror / Miss Mediterraneo
foto copertina
2655 Visite
Torna alla vetrina »

Miss Mediterraneo

Elena Scialtiel

“Perché mi ero ridotta a fare i compitini all’ultimo minuto? Ah, già: perché nelle ultime quarantott’ore ero stata troppo presa ad esser immolata a Tanit, sopportare le sbruffonate di una cricca di commedianti megalomani, e giocare ai pirati in una macchina del tempo infestata di ninja!” Lo staterello francobollo di Rocky Cape brulica di celebrità: una trentina di reginette di bellezza mediterranea e la troupe di un regista che gira un film sui Fenici d’America. Per la giovane ispettrice di polizia Kay Xiarras e la sua squadra ‘multietnica’ la guerra delle brune scoppia con una brutale rapina a luci rosse, imperversa sotto gli occhi millenari di una bireme, e le stalattiti del Limbo, finché est ed ovest si scontrano per il sacrificio supremo tra i fiori esotici e spinosi alla ribalta dell’Eden. Un vulcanico giallo d’azione, in cui personaggi ed interpreti sono stratificati come pennellate di colore su una tela: colpo di scena dopo colpo d’arma da fuoco, l’infiltrata ed il suo eccentrico alter ego devono guardarsi da sette divine, fiere trasformiste dalle soffocanti armi femminili, e variopinti quanto velenosi farfalloni.

€ 10,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 10,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 135
Categoria: Gialli, Noir e Horror
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-259-2

Biografia

foto autore Elena Scialtiel
Laureata in Lettere Classiche all'Università Statale di Milano, ed esperta di linguistica, antropologia culturale, arte e musica pop, Elena Scialtiel vive e lavora a Gibilterra dal 1997. Dopo una breve avventura come traduttrice nel mondo delle scommesse sportive on-line, nel 2002 ha intrapreso la carriera giornalistica presso il secondo quotidiano nazionale in lingua inglese, Panorama Daily, occupandosi di moda, cultura, società e politica, soprattutto durante i mesi caldi delle trattative per la sovranità congiunta anglo-spagnola. Dal 2005 collabora come freelance ad alcuni mensili patinati di Gibilterra e della Costa del Sol, ed ha intervistato artisti del calibro di Marillion e Tico Torres. Nel 2006 è stata runner-up al premio Ed Lacy Award per un articolo pubblicato su MedLife, la rivista trimestrale distribuita sui voli British Airways di rotta sul Mediterraneo. Nel novembre 2009 ha pubblicato negli Stati Uniti il suo primo romanzo in inglese, 'Amandine'. Un anno dopo è uscito 'Absinthe', la cui traduzione italiana 'Assenzio' è disponibile presso questa casa editrice. In quella raccolta di racconti è contenuta la prima avventura della giovane ispettrice Kay Xiarras di Rocky Cape e della sua squadra omicidi multietnica, prima di una fortunata serie di romanzi che include il vincitore del concorso Da Self a LED 2011, 'Il Califfo di Qasbat-Al-Noor' ambientato nelle montagne del Rif, 'Miss Mediterraneo', 'Il Filo di Sutura', e infine 'Nepenthes' pubblicato in lingua inglese a Gibilterra a cura del Ministero per la Cultura, Gioventù e Sport. Elena è anche una pittrice, pioniera della tecnica dello smalto per unghie su melanina. Ha tenuto due personali a Gibilterra, "From Day One" nel dicembre 2006 e "Love Triangles" nel marzo 2010.

Stralci

3 Stralci

Rapina a luci rosse

“Dice che verso le undici e mezza sono entrate quattro ragazze. Le hanno notate tutti, perché erano mozzafiato: alte, slanciate, brune, tipo modelle. Indossavano un miniabito di pelle nera con cerniera sul davanti, mascherina ornata di piume che ne nascondeva i lineamenti, guanti di pizzo nero, tacchi a spillo. Al braccio, un capace borsone di vernice rossa. Si sono schierate al centro ed hanno inscenato una danza acrobatica assai risqué [...] “Una urla ‘olé!’ e tutte assieme si slacciano la cerniera lampo, gettano via i vestiti in una mossa coreografata, rimanendo in biancheria nera di pizzo. “Mentre il pubblico se ne sta a bocca aperta, le quattro sgomitano agli sportelli ed a gesti ordinano ai cassieri di riempir loro i borsoni di bigliettoni. “Nessuno reagisce, anzi tutti alzano le mani, congelati sul posto da paura ed incredulità, anche se le ragazze non avevano armi.” “Non erano necessarie.” intervenne il direttore massaggiandosi il testone calvo: “La bellezza è di per sé un’arma letale.” tirò un sospiro da intenditore. John continuò: “Una delle impiegate, che ha il suo cubicolo dietro una colonna, svita la gamba della sua scrivania che era traballante. Brandendola come una mazza, si lancia sulle ladre, intimando loro di fermarsi. Una delle clienti, incoraggiata dal gesto, si riscuote dallo stupore e la asseconda. “L’impiegata riesce ad assestare un bel colpo ad una delle ladre, ma a quel punto una complice si toglie il reggiseno e la aggredisce, legandoglielo al collo. Le affonda il ferretto nella carotide, e senza pietà la sgozza. Un’altra fa lo stesso con la sfortunata cliente. Nessuno più osa muoversi. “Poi raccolgono i borsoni colmi, si rimettono i vestiti, ma non i reggiseni, e scappano via, tentando di strangolare anche la guardia giurata che sbarrava loro l’uscita, ma non ci riescono, perché aveva la cravatta ben stretta sotto il colletto. Riescono però a sottrargli la pistola scacciacani.”

(Rif. Pagina 27)

Recensioni

9 Commenti presenti. Media voto 5/5

Nicola Santos 19/01/2013

Bellezza, stile ed inventiva al concorso di Miss piu` originale del Mediterraneo! Chi sara` mai la piu` bella del reame? Si posi la corona di strass e di alloro sulla testolina geniale di questa scrittrice spigliata e creativa che sa colorare fuori dalle linee e, liberandosi dagli stereotipi di genere, riesce magistralmente a tingere di rosa il giallo d`autore!

Voto: 5/5