Libri / Storia e Biografie / L`Italia tra unità e libertà - Volume I
foto copertina
1812 Visite
Torna alla vetrina »

L`Italia tra unità e libertà - Volume I

Alberto Servidio

Il titolo rende ragione del’approccio al tema che ha dato origine all’opera, un saggio di critica storica sulla problematica dell’unità nazionale. Il motivo di fondo nasce dall’osservazione della incapacità mostrata dal Paese di coniugare i due grandi motivi ispiratori del moto risorgimentale, unità e libertà. La vicenda politica dell’Italia unita sembra rispondere infatti ad una logica di oscillazione pendolare tra tali motivi: al massimo di unità ha corrisposto il minimo di libertà e, quando il pendolo ha preso ad oscillare nel senso opposto, sembra che il massimo di libertà porti al minimo di unità. La verifica dell’assunto esige la rivisitazione sotto tale angolazione della storia patria dall’unità in poi; è ciò che l’autore ha compiuto con un impegno di ricerca e di studio adeguato alla vastità e complessità della materia, compendiato in otto volumi, con i titoli che rendono il tipo di approccio temporale e sistematico: I. L’eredità del Risorgimento; II. L’approdo fascista; III. L’unità antifascista; IV. Libertà e centrismo; V. La spirale consociativa; VI. Il potere disperso; VII. La stagione dell’Ulivo; VIII. La democrazia dell’alternanza. La pubblicazione sul web risponde all’intento di rendere più ampio e facile l’accesso alla lettura e alla consultazione,anche se limitata a particolari argomenti; il sito appositamente creato (www.criticastorica.it) è stato impostato per rendere agevole, nel quadro di un complessivo e dettagliato piano dell’opera, l’accesso selettivo alle varie parti in cui si articola ..

€ 23,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 23,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 21 x 29,7 (A4)
Copertina: Morbida
Pagine: 173
Categoria: Storia e Biografie
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6581-146-7

Biografia

foto autore Alberto Servidio
Avvocato e docente universitario, Alberto Servidio è nato a San Martino Valle Caudina (Avellino)il 26 marzo 1930; vive a Roma dopo essere stato per lungo tempo a Napoli, dove si è laureato in giurisprudenza. Avvocato del Banco di Napoli, è diventato poi dirigente legale in quell’Istituto. Eletto nel ’64 al Consiglio comunale di Napoli, è stato dal ’65 al ’70 assessore alla programmazione e all’urbanistica, guidando l’elaborazione del nuovo piano regolatore generale e portandolo all’approvazione del Consiglio, dopo l’anticipazione con le varianti delle soluzioni per la nuova grande viabilità urbana e del nuovo centro direzionale. Eletto nel 1970 al Consiglio regionale della Campania, ha partecipato attivamente alla fase di avvio delle Regioni ordinarie, assumendo fra e il ‘72 e il ’73 la presidenza della Giunta regionale. Il ruolo assunto nella politica del territorio lo ha portato all’insegnamento universitario della materia presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Napoli ed all’invito del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America ad un viaggio di studio sui problemi di sviluppo urbano. Le esperienze maturate nell’attività professionale e nell’esercizio delle funzioni di governo locale gli sono valse negli incarichi cui è stato chiamato nell’area pubblica, prima nel quadro dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno (nel ’73 presidente dell’Isveimer, nel ’76 della Cassa del Mezzogiorno, nel ’78 della Finam), poi (dal 198i al 1996) nel Gruppo Iri-Italstat, al vertice di Aziende operanti nella realizzazione e gestione di infrastrutture (fra le quali, Condotte, Servizi Tecnici e Bonifica) Il saggio storico sulla problematica dell’unità nazionale, pubblicato da ultimo sul web, rappresenta il frutto delle riflessioni suggerite dalle molteplici attività svolte.

Stralci

Al momento non sono presenti stralci

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni