Libri / Scienze Umane / Hanna Arendt e il pensiero ebraico

Hanna Arendt e il pensiero ebraico

Giampaolo Manca

L’intento prioritario che emerge in questo testo è quello di rilevare come e in quale misura il Pensiero Ebraico si sia innestato nella teoresi dell’azione umana di Hannah Arendt. Ciò significa innanzi tutto trovare quel nodo metafisico che annoda la scienza, l’agire etico e Dio nella vita degli uomini che abitano il mondo comune. Il Pensiero Ebraico, che si fonda sulle Scritture, cerca e trova delle risposte relative a quell’annodamento e le traduce in termini filosofici. Per Hannah Arendt, come per tutti i filosofi, consapevolmente o inconsapevolmente, il pensiero umano, e in particolare il Pensiero Ebraico, è sempre un pensiero che implica il senso della vita, ovvero la domanda metafisica. Allo stesso tempo tale domanda è il problema della vita di ogni uomo, è il problema della pluralità umana che nella relazione intersoggettiva si interroga sul senso della vita.

€ 14,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 14,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 219
Categoria: Scienze Umane
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-622-4

Biografia

foto autore GIAMPAOLO MANCA
Giampaolo Manca è nato a Gonnosfanadiga (CA) nel 1966 e ha conseguito la Laurea Magistrale in Filosofia e Studi Teorico-critici (La Sapienza, Roma). Ha conseguito il Dottorato in Teologia (Accademia Alfonsiana, Roma) e il Dottorato in Filosofia (S. Anselmo, Roma).
Insegna filosofia e teologia all'Istituto Filosofico-Teologico S. Pietro di Viterbo (aggregato all' Ateneo Sant' Anselmo, Roma).
Studia il pensiero del dono e il problema antropologico nel Novecento, in particolare nel pensiero ebraico del Novecento e nei filosofi Rosenzweig, Buber, Heidegger, Arendt, Levinas, Ricoeur e Derrida.
Le sue ricerche dottorali sono relative a E. Levinas e H. Arendt, con relative pubblicazioni.
Ha pubblicato due opere con Photocity Edizioni Open.
La prima: L'pertura infinita al bene nel dinamismo etico-estetico dell'azione. Hannah Arendt con oltre Kant.
La seconda: Metafisica del dono. Pensare la donazione con Emmanuel Levinas.

Stralci

Al momento non sono presenti stralci

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni