Libri / Fantascienza e Fantasy / GUERRIERO TRIBALE
foto copertina
1356 Visite
Torna alla vetrina »

GUERRIERO TRIBALE

Giovanni Midiri

Guerriero Tribale, Un’avvincente storia di fantascienza, ricca di sentimenti, suspense e humour come poche.Venti tra ragazzi e ragazze sono internati per ben cinque anni in un’ex base antiatomica, nel cuore di un massiccio roccioso, per la realizzazione del più grande reality mai realizzato.

€ 16,90
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 16,90

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 313
Categoria: Fantascienza e Fantasy
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-181-6

Biografia

foto autore Gianni
Giovanni Midiri è nato a Messina nel 63. Ha scritto diversi libri, come: "Alika la figlia delle stelle" ed altri sono ancora da pubblicare. Oggi vive a Sassari ( Sardegna ), ha il pallino della danza, in effetti, per anni ha fatto competizione, dove ha vinto diversi campionati regionali, ed uno Italiano. Cl. "A". La sua specialità: Latino americane. Da anni ha aperto una scuola di ballo a Li Punti Sassari. Oggi insegna a delle fantastiche ed energiche bambine, che tanto hanno ispirato alla realizzazione di questo romanzo "Easy Dance Freestyle", che in realtà, non sono altro che sette scenografie. Il romanzo parla di molte cose, che in realtà sono realmente accadute nella scuola.

Stralci

3 Stralci

Guerriero Tribale. un`avvincente storia di fantascenza, ricca di sentimenti, azione, humour e avventura. Da leggere!

“Ma stiamo scherzando, vero? Non darete mica retta allo spazzino del villaggio?” reagisce Rudi. “Signor Rudi moderi il linguaggio per favore.” dice Nathan. “Tu lo farai morire.” ribatte Jonathan a Rudi. “Adesso mi hai scocciato con i tuoi piagnistei, stai spaventando tutti. Fuori di qui!” grida Rudi deciso, puntando il dito verso l’uscita. Jonathan si calma, si gira e dando le spalle a Rudi, dice: “Hai ragione, è meglio uscire, qui c’è odore di morte.” poi si gira verso Mirco e gli dice: “Non troverai la via del ritorno.” La folla gli fa spazio in silenzio. Emily abbraccia Asia. “Forse sarà meglio rivedere tutti i parametri.” dichiara Nathan. “Ma su via, non lasciamoci suggestionare dai fantomatici deliri di un paranoico.” riprende Rudi. Nathan è nella morsa del dubbio. Non sottovaluta le parole di Jonathan, e non vuole rischiare la vita del ragazzo, rivolgendosi a Mirco, dice: “Ancora una volta, mi sento in dovere di chiederle se vuole andare avanti?” Mirco acconsente con il capo. “Andiamo avanti.” risponde deciso. Fuori dalla sala: “Mirco ha accettato, vanno avanti.” esclama Natasha, che era accostata alla porta della sala ovale. Jonathan scuote il capo, si allontana, fermandosi dopo pochi passi presso uno scaffale. Ore: 17:12. “Procedete.” ordina Nathan.”

(Rif. Pagina 188)

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni