Libri / Poesia / Fotografie di Pensieri

6199 Visite
Torna alla vetrina »
Fotografie di Pensieri
Brazir

Siamo sempre alla ricerca di un senso della vita, capire perché siamo al mondo, cosa dobbiamo fare, come dobbiamo comportarci. È l'interrogativo che ancora una volta si pone anche l'autore di queste poesie, queste "fotografie di pensieri". Sono riflessioni sulla vita, la morte, le persone vicine e lontane, il quotidiano, quello che si cerca e quello che si trova. Sempre alla ricerca del nuovo se stesso, in costante mutazione. Tenta di affermare con le parole quello che gli brucia i pensieri, ma la definizione giusta sfugge sempre, perché le parole, per quanto precise restano imperfette per esprimere il tumulto interiore. La soluzione lui la trova negli affetti familiari, in quel che lui era ieri, bambino. L'infanzia assume i contorni di una terra mitica, in cui tutto era possibile e permesso. C'è questa voglia di liberarsi di incombenze e problemi, affidandosi all'inconsapevolezza dei primi anni di vita.

*Parla di morte, senza paura, per poter affermare a gran voce la vita.
Poi ancora la solitudine, il dialogo amoroso, il desiderio, la rabbia, la curiosità.
Sbircia di soppiatto gli altri, o li guarda apertamente in faccia per cercare risposte ai suoi interrogativi. Racconta i suoi "frammenti di vita condivisa".*
*Ogni pagina di poesia propone un diverso sguardo sulla realtà che ci circonda. Ci vuol far vedere il bicchiere mezzo pieno, ci invita a vivere intensamente e serenamente, godendo delle piccole meraviglie quotidiane.*
*Usa un linguaggio semplice, immagini quotidiane, niente giri arzigogolati ed esperienze stravaganti.
I suoi testi sono lo specchio del vivere di una persona comune che potremmo incontrare per la strada, andando a far la spesa, in coda alla posta, sul treno.*
*Nell'ultima parte del libro si trova un assaggio di altre forme narrative: gli Haiku giapponesi e i racconti brevi. É un altro modo di usare le parole per ribadire gli stessi concetti. Gli Haiku esprimono in modo più schietto e diretto la meraviglia per il quotidiano, mentre i racconti continuano a porre, incessantemente, la domanda: cosa cerchiamo?* *Una scrittura leggera che regala spunti per riflettere.*


€ 10,00
Sconto 15% (€ 1,50)
Totale € 8,50

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 110
Categoria: Poesia
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6223-381-1

Biografia

Brazir
"Brazir (Fabio Bombelli) nasce nel 1972, a Milano dove tutt'ora vive e lavora come impiegato in una agenzia di viaggi, tra le più grandi in Italia, specializzata nel Business Travel.*
Sposato nel 1998, padre dal 1999, è impegnato in attività di volontariato.
Ama la lettura, la muisca, la fotografia e quasi ogni forma d'arte, anche quella di nuova generazione digitale.
Scrive da autodidatta i suoi pensieri dal 1984 al 1995 per poi riprendere dal 2005 ad oggi.
Non si considera poeta, ma piuttosto fotografo di pensieri.
Supportato dai commenti positivi ricevuti pubblica nel 2008 il suo primo libro: Fotografie di Pensieri.
Per ulteriori informazioni e/o contatti http://www.brazir.it o brazir72@gmail.com"

Stralci

5 Stralci

Note dell’autore

Fotografie di pensieri (poesie). Attimi di vita, flash. Un viaggio dentro me stesso,alla ricerca del mio io, alla ricerca della vita. Una ricerca personale, da ragazzino a uomo,da figlio a padre. Presento una selezione delle mie creazioni, scritte in due fasi: dal 1984 al 1994, per poi riprendere nel 2005 fino ad oggi. Definisco le mie composizioni "fotografie di pensieri" perché solitamente scrivo di getto, senza ritoccare quanto scritto, come se davvero fossero fotografie. Non sai prima se una foto sarà mossa o sbagliata, lo saprai solo dopo averla vista e questo è anche il motivo per cui non ho mai aggiustato quanto scritto. Questo libro è la realizzazione di un sogno, cercato, studiato, voluto. Mi sono lasciato trasportare dal vento delle emozioni, dalla smania, dalla "voglia", fino ad arrivare quasi al punto di voler smettere di sognare perché faceva "male". Poi un giorno, seguendo una nuvoletta rosa che affrontava dei nuvoloni neri, ho capito che potevo lottare anche io, mi sono fidato, ho espresso un desiderio nelle notti estive ed ora il sogno è tra le mie e le vostre mani. Ora però è tempo di rincominciare a sognare...

(Rif. Pagina 5)

Recensioni

5 Commenti presenti. Media voto 5/5

Super 23/10/2011

Leggere Fotografie di Pensieri è come avere davanti ai nostri occhi delle “istantanee” di vita in cui vengono fotografati attimi preziosi, emozioni autentiche, piccoli sogni e dolci segreti che l’autore, condivide con il lettore in modo semplice e raffinato. Mentre lo si sfoglia, ci si rende conto di assistere al naturale evolversi dell’animo di un uomo che, via via prende coscienza di tutto quello che lo circonda, degli affetti più cari e soprattutto di sè stesso. Pagina dopo pagina ci si emoziona per ogni sua innocente domanda o per una fiera e schietta risposta. Per sapere cogliere ogni piccola sfumatura, in un continuo turbinio di sensazioni forti e di pensieri pronti a innalzarsi come palloncini sospesi in aria, dobbiamo lasciare che il libro che abbiamo tra le mani, diventi un meraviglioso “strumento” capace di far vibrare le più nascoste, e a volte inconfessabili, corde della nostra anima

Voto: 5/5