Libri / Fantascienza e Fantasy / Ehron Warden e il Disco di Rune
foto copertina
1936 Visite
Torna alla vetrina »

Ehron Warden e il Disco di Rune

Pietro Fumanti

«Non lasciatemi fino a quando non saremo arrivati». I due amici annuirono. Ehron ruotò l`indice nel buco del Disco di Rune. Ad un tratto le Rune infuocate incominciarono a ruotare vorticosamente sulla superficie del ciondolo e dal buco fuoriuscì un fascio di luce arancione con qualche sfumatura di giallo. Tutto, attorno ai quattro studenti, iniziò a deformarsi...

€ 15,90
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 15,90

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 312
Categoria: Fantascienza e Fantasy
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-135-9

Biografia

foto autore PIETRO FUMANTI
Sono uno studente di 16 anni e frequento il terzo anno al liceo. Ho una passione sfrenata per il libri, in particolare per il genere Fantasy (non quello della Fantascienza). Questa grande passione, con l'aiuto di un buon libro fantasy letto durante l'estate del 2009,ha suscitato in me il desiderio di scriverne uno. Dopo alcune, anzi molte. versioni scartate, è nata la saga di Ehron Warden. Il tempo impiegato per scrivere il primo libro, intitolato Erhron Warden e il Disco di Rune , è stato di un anno e mezzo. Ora sto scrivendo già il secondo libro della saga

Le sue opere pubblicate:

Stralci

1 Stralci

La Trasformazione

Ehron stentò a crederci: finalmente stava per entrare in possesso dell`unico Disco di Rune. Si avvicinò delicatamente al piccolo altare e tese una mano verso il magico ciondolo ma, non appena lo sfiorò, una fitta alla testa più dolorosa delle solite altre lo colse: tutto attorno a lui iniziò a tremare e, ad un tratto, l`ambiente decadente del castello incominciò a rinnovarsi, acquistando colore e tappezzandosi di meravigliosi drappeggi. Un dolce vento si diffondeva per la sala durante la trasformazione ed Ehron si abbandonò ad esso, dimenticando il dolore causato dalla fitta. Chiuse gli occhi.

(Rif. Pagina 237)

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni