Il Djembe

Jonathan Faralli

L’idea di questo lavoro è di inserire il djembe, antico strumento a percussione africano, nel progetto metodologico di insegnamento, per gli strumenti a percussione, nei Conservatori ed in altre scuole di musica di grado inferiore. Gli esercizi ed i brani che ho inserito sono frutto dei miei ultimi 15 anni di lavoro presso l’Istituto “Pietro Mascagni” di Livorno e la Scuola di Musica di Fiesole, dove ho sperimentato con successo questo nuovo e vincente approccio al codice musicale ed alla musica d’insieme, con gli studenti ai primi anni di studio. Il libro comprende una prima parte storico-teorica, una seconda parte con esercizi ritmici progressivi, studi musicali più complessi, brani per djembe e pianoforte, brani per insieme di djembe, brani per insieme di djembe e coro.

€ 18,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 18,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 21 x 29,7 (A4)
Copertina: Morbida
Pagine: 88
Categoria: Teatro, Cinema, Musica
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-399-5

Biografia

foto autore JONATHAN FARALLI
Jonathan Faralli, si diploma con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Statale di Musica Luigi Cherubini nel 1987 dove studia anche trombone, composizione e lettura della partitura. Si diploma presso il Conservatorio di Fermo in Didattica della Musica, si laurea in Sociologia dell' educazione presso l' Università  degli studi di Firenze. Si perfeziona allo Sweelinck Conservatorium di Amsterdaam. Fin dal 1981 ha collaborato come timpanista e percussionista con l' Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e con l'Orchestra della Toscana. Ha fatto parte del gruppo Les percussions de Strasbourgh, ed è il percussionista di riferimento del centro di ricerca musicale Tempo Reale fondato da Luciano Berio. Ha inciso dischi come solista per le case discografiche più importanti ottenendo ampi consensi. Collabora con i compositori più famosi tenendo concerti e masterclass in tutto il mondo. Attualmente insegna presso la scuola di Musica di Fiesole e presso l' Istituto di Alta Cultura Pietro Mascagni di Livorno.

Stralci

1 Stralci

Cenni storici

L’etimologia del termine djembè non è molto chiara e ben definita, come del resto il nome ortografico dello strumento ha molte variabili: jembe, dyìnbe, djimbe, guiembe, Jimbe e yembe. Il termine più usato attualmente è djembe, appellativo dato all’antico tamburo dai francesi, che a causa del loro passato coloniale in africa, molto hanno contribuito a descrivere e sviluppare le percussioni di questo continente.

(Rif. Pagina 3)

Recensioni

1 Commento presente. Media voto 5/5

Luigi R. 06/02/2018

Libro interessante sia nella parte introduttiva sia in quella musicale. Consigliato

Voto: 5/5