Libri / Gialli, Noir e Horror / Die Doppelgangerin (la Sosia)

Die Doppelgangerin (la Sosia)

Francesca Papa

Giallo per adulti.

€ 9,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 9,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 161
Categoria: Gialli, Noir e Horror
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-423-7

Biografia

foto autore FRANCESCA PAPA
Francesca Papa è nata a Terracina.
Attualmente vive a Roma.
Dopo aver pubblicato due favole per bambini, aventi come protagonista una buffa e simpatica tartaruga nelle vesti di commissario, decide di cimentarsi con il genere giallo.Con la Boopen ha già  editato Nero di bosco e Il Baglio segreto: quest'ultimo ha ricevuto una menzione con merito - sezione narrativa, nell'ambito del "Premio internazionale di letteratura Toscana in poesia 2011".

Stralci

1 Stralci

Die Doppelgangerin (La Sosia)

Un Doppelgänger è una copia spettrale o anche reale (sosia) di una persona vivente. È generato dalla fobia, ovvero la paura degli esseri umani, ed è una presenza che non può morire o sparire mai. Il termine Doppelgänger è preso in prestito dal tedesco, lingua nella quale viene scritto come ogni sostantivo con l`iniziale maiuscola. Doppelgänger è composto da doppel, che significa "doppio", e Gänger (da gehen, "andare"), che significa "che va", "che passa" (intraducibile alla lettera in italiano; si potrebbe azzardare qualcosa come "andatore"). In italiano per comodità viene anche scritto in minuscolo e senza l`umlaut sulla lettera "a", "doppelganger", anche se la umlaut può, all`occorrenza, essere sostituita da ae dopo la lettera. Il termine, nella lingua nativa, si riferisce a un qualsiasi doppio o sosia di una persona, più comunemente in relazione al cosiddetto gemello maligno, o alla bilocazione. In alternativa, la parola viene usata per descrivere un fenomeno nel quale si vede la propria immagine con la coda dell`occhio. In alcune mitologie, vedere il proprio doppelgänger è un presagio di morte. Un doppelgänger, visto da amici o parenti di una persona, può portare sfortuna o indicare il sopraggiungere di una malattia o un problema di salute.

(Rif. Pagina 5)

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni