Libri / Saggi / Critica pedagogica della fantascienza
foto copertina
3236 Visite
Torna alla vetrina »

Critica pedagogica della fantascienza

Antonio Scacco

Con le ottanta recensioni di romanzi, di film, di testi di critica letteraria e di filosofia di cui è composto, il libro offre una lettura controcorrente della fantascienza, confusa spesso con il fantastico e le sue ramificazioni: fantasy, space fantasy et similia. Fin dal saggio introduttivo, La trasgressione è nel DNA della fantascienza?, è smentito il luogo comune, secondo cui la fantascienza sarebbe la letteratura della contestazione e della demitizzazione. Sono così presi di mira gli idoli del nostro tempo: lo scienti-smo, il darwinismo, il materialismo, l'ateismo, l'edonismo… Per l'esposizione detta-gliata della trama di ogni opera recensita, per il quadro storico, letterario e filosofico in cui è inserita, per l'indice analitico che riporta ciascun titolo in lingua originale, il libro è un utile strumento di consultazione non solo per quei genitori che volessero regalare o consigliare un romanzo o un film ai propri figli, ma anche per quei docenti che desiderassero vivacizzare la loro attività didattica con la lettura di un testo di nar-rativa o con la visione di un film. Otto illustrazioni in bianco e nero arricchiscono il volume.

€ 10,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 10,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 177
Categoria: Saggi
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 000

Biografia

foto autore Antonio Scacco
ANTONIO SCACCO è nato a Gela (1936), ma i suoi studi classici e magistrali li ha compiuti a Caltagirone. Alla facoltà di Magistero di Bari (città in cui attualmente vive), ha conseguito la laurea in materie letterarie con una tesi sui juveniles di Robert A. Heinlein. Da anni si occupa di narrativa di fantascienza, nell'ambito della quale porta avanti la tesi che la scienza è di per sé umanizzante, tuttavia da sola non basta ad umanizzare l'uomo: essa infatti non contiene né indicazioni di fini, né giudizi di valore. Ha perciò bisogno di integrarsi con altre forme di esperienza: arte, filosofia e, soprattutto, religione. Ha fondato tre pubblicazioni amatoriali di narrativa e saggistica di fantascienza: THX 1138, Malacandra, cessate rispettivamente nel 1986 e nel 2005, e Future Shock, che tuttora dirige.
I suoi articoli sono apparsi su: Scuola Italiana Moderna, Schedario, LG Argomenti, L'Ora del Racconto, Pugliascuola, Le scienze, la matematica e il loro insegnamento, Rocca, Scuola e Didattica, Nuova Secondaria, Avvenire, ecc. Per diversi anni ha collaborato con Rita D'Amelio, titolare della cattedra di Storia della Letteratura per l'infanzia all'Università di Bari.
Saggi pubblicati: Il gioco dei mondi (Ediz. Dedalo, Bari, 1985), in collaborazione con V. Catani e E. Ragone; Fantascienza e letteratura giovanile (Bari, La Vallisa,1988); Educazione tra le stelle. L'umanesimo scientifico e la fantascienza (Levante Editori, Bari, 1992); Fantascienza umanistica (Bari, Editrice Tipografica, Bari, 20021); Critica pedagogica della fantascienza (Boopen Editore, Pozzuoli - NA, 2008).
Premi: nel 1989, con Fantascienza e letteratura giovanile, ha ottenuto il 1° premio per la saggistica al XV Italcon, il raduno annuale degli appassionati e studiosi di fantascienza, organizzato dalla Repubblica di San Marino.

Stralci

Al momento non sono presenti stralci

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni