Libri / Narrativa / Cocone... andiamo?
foto copertina
1499 Visite
Torna alla vetrina »

Cocone... andiamo?

Rubens Visentini

Con 29 racconti e 19 fotografie che si intrecciano tra di loro, Rubens allestisce la galleria della vita di Pongo. La galleria vi illustrerà come i due hanno saputo trasformare brevi passeggiate e piccoli viaggi in quadri degni di un’esposizione. I quadri descritti sono quelli memorizzati nella memoria di Rubens, le fotografie sono i quadri memorizzati dalla sua macchina fotografica. Il racconto Rubens lo narra a Pongo che lo ascolta come fosse una novità, assecondando il desiderio di Rubens di rivivere i momenti più salienti della vita passata insieme. Pongo trova in Rubens la sicurezza che vorrà sempre vicino e lo segue ovunque con i suoi piccoli passi, “passettini” dei quali Rubens in un primo momento diffida, ma poi non potrà più farne a meno. Così Pongo sceglie di passare la sua vita con Rubens e mantenendo il suo ruolo di cane da compagnia, ne diventa parte inseparabile. “Adesso sediamoci un attimo e guardiamoci. Tu saresti il mio riflesso? Guarda, che oltre al fatto che sei bello, l’unica tua stella che brilla è che sei molto intelligente... è così! Mi stai guardando meglio? Stai pensando ad un altro... padrone? Torniamo sulla riva del mare.” In fondo alla galleria l’ultimo quadro che non può essere illustrato perché in attesa di essere dipinto e comunque potrà essere guardato solo stando dall’altra parte…

€ 14,00
Sconto 15% (€ 2,10)
Totale € 11,90

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 214
Categoria: Narrativa
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-411-4

Biografia

foto autore Rubens Visentini
Salve, mi chiamo Rubens Visentini e sono nato il 28 maggio del 1956 a San Giuseppe di Comacchio, esattamente alla Fontana, e non ho mai scritto un libro. Ho una qualifica di Addetto agli Uffici Turistici ma nel villaggio turistico, dove lavoro, faccio il giardiniere. Comunque, più che per i miei giardini mi piace essere notato per qualche bella foto che scatto già  da quando avevo nove anni e magari adesso, questo libro mi qualifica scrittore. Il libro è nato per il mio desiderio di rivivere ancora con Pongo, raccontando a me stesso, i bei momenti passati insieme. Una volta finito, le mani hanno dovuto subito ubbidire al cuore e darlo a qualcuno che lo leggesse, perchè solo così potevamo ritornare ancora insieme.Capisco che per essere spinti a leggere un libro, deve interessarci, deve dirci qualcosa, qualcosa che ci aspettiamo e saremo contenti di trovarlo migliore di quello che pensavamo.

Le sue opere pubblicate:

Stralci

5 Stralci

il giretto del mezzogiorno

Milioni di iridi sfumate dal bianco all’azzurro intenso ci guardavano passare e confondendoci la via, ci invitavano a restare. Tu correvi in quel mare e m’incitavi a fare un passo in più, anche due, anche tre: arrivammo al cancello che porta sulla strada degli orti. Il bagliore dell’estate chiuse quegli occhi azzurri, mentre papaveri rossi e avena fatua che vibrava alla brezza del vento, come sirene m’invitavano a passare dall’altra parte. Tu, ti fermavi davanti a quel cancello e con gli occhi mi chiedevi cosa aspettassi ad aprirlo. Sapevi che di lì si poteva passare, sentivi gli odori che andavano e venivano. C’era un lucchetto che lo teneva chiuso, ma i cardini erano liberi e dall’interno fu facile sfilarli. Ecco i primi passi avvicinare il sogno lontano.

(Rif. Pagina 168)

Recensioni

9 Commenti presenti. Media voto 5/5

Marina Sgarbi 17/07/2013

Salve Rubens,come promesso le scrivo dopo aver letto,anzi DIVORATO il suo libro Non riesco ad aspettare Domenica,giorno in cui,seguendo la tradizione che ormai si protrae da anni,verro` a farmi il solito giretto al Lido con consorte e figlio,per comunicarle quel che ho provato leggendo.Una scrittura fresca,veloce,quasi giornalistica,ma,nello stesso tempo,ricca di sentimento ed emozione,non l`emozione romanzata,ma quella della vita vera!La lettura diviene frenetica fin dalle prime pagine ed il desiderio di sapere quel che avviene poi e` sempre piu` marcato.Per chi,come me e` nato in campagna ed e` cresciuto sempre accompagnato da amici fantastici ,come solo i cani sanno essere,leggere questo libro e` stato,proprio come dice lei,riscrivere una storia simile a questa!Gioia,allegria,umorismo commozione e,soprattutto una grandissima sensibilità nel trattare l`argomento,la evidenziano come scrittore NON certo alle prime armi.Le faccio i miei complimenti piu` sinceri,ho consigliato la lettura a mio marito,lo faro` con gli amici e,per mio figlio sara` un insegnamento su come vivere accanto ad un cane,non da padrone,ma da compagno d`avventure proprio perche` un cane sa addolcire le nostre pene ed accarezzarci il cuore!BRAVO!Marina <a href="http://" target="_blank">http://</a> 

Voto: 5/5