Libri / Storia e Biografie / La Cina sui mari in epoca Ming

La Cina sui mari in epoca Ming

Danilo Mongiello

Pochi sanno che la Cina, durante il periodo Ming costituiva la più grande potenza marittima del mondo, una potenza in grado di inviare una flotta, sotto il comando del mitico ammiraglio Zheng He, composta da oltre 300 navi e con più di 30.000 uomini, fino alle coste dell`Africa Orientale.In questo libro parleremo di tutto ciò che c`è da sapere sulla Cina e sul suo difficile rapporto con il mare, lo faremo soprattutto attraverso la narrazione delle avvincenti storie dei pirati, ammiragli, generali e funzionari che, seppur con modalità diverse, hanno giocato un ruolo importante nella Cina Ming.

€ 11,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 11,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 156
Categoria: Storia e Biografie
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-595-1

Biografia

foto autore DANILO MONGIELLO
Nato a Bitonto nel 1980, trascorre la sua vita tra la Campania (Eboli) e la Puglia (Cassano delle Murge), si è laureato in Lingue e Civiltà Orientali (indirizzo archeologico) nel 2005, ed in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali nel 2012. Conoscitore di diverse lingue moderne (tra cui l'arabo) ed antiche, ha viaggiato in lungo ed in largo attraverso i 5 continenti, visitando oltre 60 paesi stranieri, spinto dalla sola voglia di avventura e conoscenza. Studioso ed appassionato di storia, ha partecipato a diverse missioni archeologiche in Italia (Pompei, Chiusi, Pontecagnano) e nello Yemen (Baraqish e Tamna). Nel tempo libero adora fare fotografie e cimentarsi in avventurosi trekking anche in zone poco frequentate e selvagge, ha attraversato la Foresta Nera, camminato sull'Himalaya, marciato nella giungla del Borneo, percorso due volte il Cammino di Santiago. Viaggiatore, pensatore, ricercatore ha pubblicato il suo primo libro "La Cina sui mari in epoca Ming" nel 2014.

Le sue opere pubblicate:

Stralci

2 Stralci

Il pirata Wang Zhi

Erano gli anni del famigerato pirata Wang Zhi, conosciuto anche con il nome di “Re di Huizhou”, che al comando di una grande organizzazione con basi sulla costa cinese, a Taiwan, nel Kyushu e soprattutto a Hirado, agiva indisturbato usufruendo del finanziamento e della protezione dei Matsuura. A rendere ancora più interessanti i traffici illegali ci pensarono i portoghesi, che respinti dal rigido sistema tributario cinese, erano desiderosi di espandere il proprio impero commerciale.

(Rif. Pagina 81)

Recensioni

1 Commento presente. Media voto 5/5

Di Fiore 01/11/2014

Ben strutturato ed interessante, mi piace. L`impostazione dialogante ne facilita la lettura. Gli argomenti, seppur non attuali, destano interesse per conoscere dati altrimenti scarsamente noti. L’analisi storica, ideologica e politica, gli interessi economici e di potere, le influenze religiose, aiutano a comprendere l`evoluzione degli avvenimenti e pongono il lettore quale spettatore di un proscenio in svolgimento. I richiami, alcunne ripetizioni, non stancano e assumono la funzione di "rappell". I commenti, la personale posizione, aiuta il lettore a farsi un proprio concetto. Gli accenni tecnici sono appropriati e pertinenti.

Voto: 5/5