Libri / Narrativa / Assenzio
foto copertina
3043 Visite
Torna alla vetrina »

Assenzio

Elena Scialtiel

La Fée Verte torna di moda. Femminile singolare. In sette storie di donne singolari. Sette piccoli dolceamari sorsi per curarsi il singhiozzo. In crescendo da flash-fiction a romanzo giallo: perché non esiste assuefazione più dolceamara dell'amore d'una donna intelligente.
Dopo il successo del suo romanzo d'esordio in inglese Amandine, l'autrice ci riprova nella sua lingua materna con un'antologia di racconti scritti tra il 2001 ed il 2009.


€ 8,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 8,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 125
Categoria: Narrativa
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6581-205-1

Biografia

foto autore ELENA SCIALTIEL
Laureata in Lettere Classiche all'Università Statale di Milano, ed esperta di linguistica, antropologia culturale, arte e musica pop, Elena Scialtiel vive e lavora a Gibilterra dal 1997. Dopo una breve avventura come traduttrice nel mondo delle scommesse sportive on-line, nel 2002 ha intrapreso la carriera giornalistica presso il secondo quotidiano nazionale in lingua inglese, Panorama Daily, occupandosi di moda, cultura, società e politica, soprattutto durante i mesi caldi delle trattative per la sovranità congiunta anglo-spagnola. Dal 2005 collabora come freelance ad alcuni mensili patinati di Gibilterra e della Costa del Sol, ed ha intervistato artisti del calibro di Marillion e Tico Torres. Nel 2006 è stata runner-up al premio Ed Lacy Award per un articolo pubblicato su MedLife, la rivista trimestrale distribuita sui voli British Airways di rotta sul Mediterraneo. Nel novembre 2009 ha pubblicato negli Stati Uniti il suo primo romanzo in inglese, 'Amandine'. Un anno dopo è uscito 'Absinthe', la cui traduzione italiana 'Assenzio' è disponibile presso questa casa editrice. In quella raccolta di racconti è contenuta la prima avventura della giovane ispettrice Kay Xiarras di Rocky Cape e della sua squadra omicidi multietnica, prima di una fortunata serie di romanzi che include il vincitore del concorso Da Self a LED 2011, 'Il Califfo di Qasbat-Al-Noor' ambientato nelle montagne del Rif, 'Miss Mediterraneo', 'Il Filo di Sutura', e infine 'Nepenthes' pubblicato in lingua inglese a Gibilterra a cura del Ministero per la Cultura, Gioventù e Sport. Elena è anche una pittrice, pioniera della tecnica dello smalto per unghie su melanina. Ha tenuto due personali a Gibilterra, "From Day One" nel dicembre 2006 e "Love Triangles" nel marzo 2010.

Stralci

2 Stralci

Bertucce e Yanitos

“Mi perdoni se mi permetto di temere il peggio” interviene il vice di Bianca “ma come ispettore di polizia, ne ho il dovere: direttore, può escludere con sicurezza l’ipotesi che siano tutte morte?” Il direttore rabbrividisce. “Non hanno nemici naturali.” “Cibo avvelenato?” “Facciamo rigorosi controlli su frutta e verdura che diamo loro.” “Ma non potete controllare cosa mangiucchiano in giro! Lo so che è proibito dar da mangiare alle scimmie, ma non ci sono poliziotti per pattugliare tutti i chilometri di sentieri del parco naturale... magari qualche malintenzionato, fingendosi un turista in passeggiata, ha sparso qua e là bocconcini appetitosi ma avvelenati...” “Avremmo rinvenuto i corpi!” Il direttore scuote la testa con orrore, mentre le lacrime gli annebbiano la vista al pensiero dell’ecatombe che Ispettor Cuore di Pietra ha evocato. “E se fosse un attacco terroristico? Chi vuole tenere in scacco il nostro orgoglio nazionale colpendo basso dove hanno fallito le cannonate?” un giornalista d’assalto esplode da dietro un cespuglio, microfono in mano, alludendo alla pluricententenaria disputa tra le corone inglese e spagnola sulla sovranità della Rocca. Bianca lo guarda bieca. “No comment. Ispettore, chiuda la zona al traffico pedonale e veicolare.” Lo scoop è dato alle stampe nel giro di ore. L’edizione straordinaria vende nel giro di pochi minuti. Il paparazzo diventa eroe nazionale per un giorno, mentre il panico scoppia come un’epidemia. “Capitoleremo al nemico!” si sente piagnucolare per le strade. “Mai! Sudditi britannici siamo nati e per Sua Maestà moriremo!” Si risvegliano bellicosi istinti nella patriottica maggioranza. Gli Yanitos accorrono in massa alla frontiera rivendicando la chiusura dei cancelli dalla parte di Gibilterra, come fece nel 1969 dalla parte spagnola il Generalísimo Franco. La famigerata ‘Verja’ che divise intere famiglie, e per quasi quindici anni isolò la Rocca dall’Europa continentale.

(Rif. Pagina 11)

Recensioni

5 Commenti presenti. Media voto 5/5

Nicola Santos 19/01/2013

Bello bello bello... sette volte bello! Evviva le sette fattucchiere, evviva lilit Aex!

Voto: 5/5