Libri / Poesia / Da Napoli Con Amore
foto copertina
2361 Visite
Torna alla vetrina »

Da Napoli Con Amore

LUCIANO SOMMA

" ...nell’attesa di nuove mietiture rompendo i muri dei silenzi dell’indifferenza dell’apatia navigando nel verde mare senza alghe inquinate senza tempeste col cielo limpido specchio d’una realtà senza confini dove il colore della pelle non sarà un optional ma una certezza di fratellanza d’amore di parità..." Luciano Somma

€ 10,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 10,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 90
Categoria: Poesia
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-438-1

Biografia

foto autore LUCIANO SOMMA
Ha scritto le sue prime poesie a 13 anni. Nell'arco della sua attività ha ottenuto centinaia di premi, molti dei quali assoluti. Ha ricevuto per due volte la medaglia d'argento del Presidente della Repubblica ed è inserito in molte antologie, anche scolastiche, come anche nella prestigiosa Nati per la vita, una pubblicazione pubblicata in Russia dall'editore Raduca di Mosca. Ha pubblicato e tuttora pubblica i suoi articoli e versi e alcuni racconti brevi sui maggiori quotidiani italiani e su oltre 150 testate giornalistiche, dal Mattino di Napoli alla Nazione di Firenze, da Men a Topolino, Intimità, Il Roma, Frate Indovino, La Disfida, Il Pungolo Verde, L’Eco del Popolo, Il Club Degli Editori, Brontolo, Miscellanea, Cronaca Filatelica. Luciano Somma è iscritto alla SIAE dal 1967 e ha all'attivo oltre 500 canzoni edite o incise.

Le sue opere pubblicate:

Stralci

Al momento non sono presenti stralci

Recensioni

1 Commento presente. Media voto 5/5

giuliano mangano 27/06/2013

La poesia di Luciano Somma non è affettazione, melensaggine o supponenza, bensì naturalezza, spontaneità e vigore. Basta leggere la lirica che dà il la a tutta la raccolta per renderci conto che il poeta non fa sconti per nessuno. Se pensate – dice - che solo i soldi vi danno la felicità, allora passate oltre: non compratelo nemmeno questo libriccino. Ecco già indicata la via, la chiave di lettura dell’opera, la morale sottesa (non il moralismo).Così ai nostri occhi si svelano in un dipanarsi continuo i volti della sua Napoli, che sono volti di uomini e di cose, volti della natura e dell’anima. I ritratti che il poeta dipinge nelle sue pagine diventano ipso facto di tutti noi. L’appuntamento con la sua città è tutto suo, del poeta, cioè, che lo fa proprio e lo trasmette a noi con una semplicità e un amore emozionanti. “Me sento ricco e nun tenco una lira;/ me sento Re senza tenè na corte;/ ma ‘o patremmonio e ‘o regno è chesta Napule/ ca ‘a vonno fa murì, ma nun è morta!”. E allora guardiamola questa Napoli, penetriamo nei suoi vicoli e nei suoi misteri, scorgiamo ed identifichiamo la sua anima, antica e sempre nuova, chiniamo la testa sulla sua spalla come due innamorati. E l’amore per la donna che da sempre gli è accanto, l’amore per i figli, fanno un tutt’uno con l’amore per la sua città. Non c’è frattura fra i due sentimenti. Anzi. Sembra che l’uno alimenti l’altro rafforzandolo. Allo stesso modo, la seconda parte del libro, non più in napoletano, ma in italiano, procede naturaliter. L’andamento, anche se alcune parti sono in prosa, mantiene sempre un ritmo poetico-lirico costante. Riecheggiano ricordi, incontri, ritratti. Si può dire che si tratta di una faccia della stessa medaglia, dove la napoletanità, anche se nascosta dall’uso dell’italiano, fa sempre capolino e da trait-d’union al palcoscenico poetico di LucianoSomma.

Voto: 5/5