Libri / / Il videoclip nell`educazione musicale
foto copertina
1178 Visite
Torna alla vetrina »

Il videoclip nell`educazione musicale

Massimo Melani

È innegabile ormai che i videoclip siano parte integrante della vita dei teenerges, un fenomeno che si sta espandendo ed è legato al “vissuto” di ogni individuo, presente nella sua esperienza comune e nelle pratiche sociali. Proprio per questo motivo possiamo utilizzare questa forma di comunicazione musicale per realizzare una proposta di progetto laboratoriale sul videoclip rivolto agli alunni della scuola secondaria di primo e secondo grado. Il lavoro è composto di due parti. La prima è basata sulla sociologia e fenomenologia della comunicazione del videoclip musicale, in funzione della seconda che è relativa alla fase di conoscenza e realizzazione di un videoclip, in cui sono definiti anche gli obiettivi, le finalità, le metodologie, i prerequisiti, il percorso metodologico, oltre alla descrizione delle varie fasi operative per la produzione del materiale audiovisivo.

€ 10,00
Sconto 0% (€0.00)
Totale € 10,00

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 88
Categoria:
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6682-241-7

Biografia

foto autore Massimo Melani
Massimo Melani ha conseguito la Maturità artistica ad indirizzo musicale presso il Liceo classico "F. Petrarca" di Arezzo nel 1989, si è diplomato in Tromba al Conservatorio "Cherubini" di Firenze nel 1991 perfezionandosi poi con il trombettista Pierre Thibaud. Parallelamente ha studiato Analisi e Composizione sotto la guida di Fabio Lombardo, continuando successivamente presso lo stesso Conservatorio con D. D'Ambrosio e R. Riccardi, iniziando ad approfondire le tematiche legate alla ricerca nei campi della composizione, dell'analisi musicale, nelle sperimentazioni didattiche, che hanno prodotto collaborazioni e realizzazioni di progetti di vario genere. Non ancora diplomato ha ottenuto l'idoneità all'Orchestra Giovanile Italiana. Nel 1992 ha partecipato alla costituzione dell'Associazione Crescendo (associazione musicale e centro culturale) di Pian di Scò (AR), in cui svolge attività didattica e di cui è stato direttore artistico dal 1992 al 1996 e di direttore generale dal 1997 al 2002, anno in cui è stato tra gli artefici della fondazione della Biblioteca "A. Vannucci" di Faella (AR). Dal 2003 è presidente dell'associazione. Nel 1996 ha costituito il gruppo CoverQueen (formato da 16 musicisti, caratteristizzato dalla fusione timbrica di strumenti classici, moderni e voci) in qualità di compositore-arrangiatore e solista, con il quale ha realizzato nel 1997 il cd musicale "Promotion". Nel 1999 ha guidato il gruppo CoverQueen in una lunga serie di manifestazioni concertistiche, culminate con il concerto al Palasport di Firenze con più di 3000 spettatori; la settimana successiva ha incontrato a Londra Roger Taylor (batterista dei Queen) al quale ha presentato i propri lavori. Nel Luglio del 1999 con il gruppo CQ ha composto, eseguito e registrato brani facenti parte della compilation Videofestival Live, alcuni brani sono stati proposti per radio, per televisione e satellite. Dal 2000 realizza progetti di laboratori ritmico-vocali per bambini della scuola materna e di educazione e formazione musicale presso varie scuole pubbliche. Nel 2003 ha frequentato presso il Centro Toscano di Musicoterapia -CE.TO.M- di Firenze (riconosciuto dalla Regione Toscana) due stages di corsi di musicoterapia. Nell'Agosto 2004 è stato tra gli artefici del progetto Connective. Da Ottobre 2004 è docente di tromba presso l'Accademia musicale di Firenze e la Scuola di musica comunale di Scandicci (FI). Nel 2005 ha frequentato un corso di direzione d'orchestra con Alessandro Pinzauti e un corso di direzione corale e tecnica vocale con Ida Maria Tosto. Oltre ad insegnare tromba e trombone, musica d'insieme, teoria, analisi in alcuni istituti e scuole di musica ha collaborato con numerosi musicisti (M. Cosottini, M. Guerrini, M. Bonechi, F. Caldini, O. Odori, A. Pisani, Amit Arieli, G. Cifariello, B. De Franceschi, O. Lacagnina, M. Manganelli,...). Ha suonato in numerose formazioni strumentali da camera e orchestrali sia classiche (Orchestra da camera di Firenze, Orchestra del Conservatorio di Firenze, Tibiarum Concentus, Orchestra della Cattedrale di Fiesole, Orchestra "Cantico Novo"), contemporanee (Connective, Grim-Italia -Music Improvisation Research Group-), sia in Big band's, che jazz e ha assistito artisti di musica leggera (Piero Pelù, Aleandro Baldi, Lorenzo Cherubini, Antonella Ruggiero, Paolo Riviera,...). Ha collaborato nell'arrangiamento di alcuni brani dell'ultimo cd uscito in Cina del gruppo Soler (soul & pop rock) in collaborazione con il produttore e compositore Daniele Bao. Da Settembre 2008 è docente di strumento musicale (tromba e trombone) presso la scuola media "Cesalpino" di Arezzo.

Stralci

1 Stralci

c) A chi si rivolge il videoclip e come comunica

Viene individuato il target di riferimento dei videoclip verso un pubblico giovane la cui età media, peraltro, si va abbassando e che comprende una fascia di età che va dai ragazzini di 11-12 anni9 (prima e seconda media) fino ai giovani universitari (24-25 anni), ma che può coinvolgere anche un pubblico non così giovane. Quindi si tratta di un pubblico di massa, di tipo massmediatico, che condivide i valori che comunica il video, spesso si confronta in maniera regolare con gli amici. Esistono peraltro anche delle riviste specializzate per ragazzi, le cosiddette fanzine, realizzate generalmente dalle stesse case discografiche che, oltre a presentare le novità e i vari eventi, fanno critica promozionale; nelle edicole possiamo trovare altri tipi di riviste di critica per teenagers, come sulla popular music. Sempre più spesso i ragazzi utilizzano internet alla ricerca di novità, curiosità, informazioni direttamente sui siti web ufficiali e non ufficiali dedicati agli artisti: questi siti, spesso realizzati come delle fanzine on-line, includono articoli promozionali, recensioni, ma anche appositi forum che danno l’opportunità di condividere idee e confrontare opinioni. È interessante a questo punto comprendere quale rapporto si instaura tra fruitore e videoclip, come lo vive, quali comportamenti mette in atto.

(Rif. Pagina 21)

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni