Libri / Fotografia ed Arte / RIPRESE «SCORRETTE»
foto copertina
2798 Visite
Torna alla vetrina »

RIPRESE «SCORRETTE»

Massimo Mucci

Il presente testo accompagna la omonima mostra fotografica “Riprese «scorrette»”, di Massimo Mucci, dove sono presentate una selezione di stampe in bianco e nero, di immagini scattate dal 1991 durante diversi viaggi a Parigi, Roma, Praga, Repubblica Ceca e Italia meridionale. Le fotografie sono ispirate alle ricerche condotte negli anni Venti e Trenta dal fotografo Laszlo Moholy-Nagy, sul tema delle cosiddette “riprese fotografiche «scorrette»”. L’alterazione del punto vista scatena un effetto di astrazione dai soggetti ripresi, evidenziando nuove valenze estetiche inattese. Un percorso che ripropone l’esigenza di uno sguardo critico sulle cose e rinnova il significato della visione fotografica, con la tradizionale tecnica della pellicola bianco e nero.

€ 8,00
Sconto 15% (€ 1,20)
Totale € 6,80

Consegna in 48h lavorative
Disponibilità immediata


Dettagli

Libro: Bianco & Nero
Formato: 14,8 x 21 (A5)
Copertina: Morbida
Pagine: 29
Categoria: Fotografia ed Arte
Editor: Photocity Edizioni
Lingua: Italiana
ISBN: 978-88-6581-014-9

Biografia

foto autore Massimo Mucci
Massimo Mucci, architetto (Venezia, IUAV), si occupa di progettazione architettonica, fotografia, storia dell'architettura. L'attività artistica inizia già negli anni dell'adolescenza, praticando in forma spontanea e sperimentale la pittura e la fotografia, periodo che si conclude con esposizioni a Fossalta di Portogruaro (1989), e Portogruaro (1990). Durante gli studi universitari s'interessa soprattutto di fotografia in bianco e nero, e approfondisce tematiche riguardanti la storia dell'architettura triestina del '900, in particolare sulla figura di Romano Boico.
E' stato docente a contratto di Storia dell'architettura, presso l'Università degli Studi di Trieste e ha tenuto corsi, seminari, comunicazioni a conferenze, lezioni, presso le Università di Trieste e Venezia, e vari istituti scolastici superiori. Ha curato la mostra dal titolo Per una memoria della deportazione. Monumenti dedicati alle vittime della deportazione nei Lager nazisti in Italia (Portogruaro, 2001); ha partecipato alle ricerche per la mostra Trieste anni Cinquanta (Trieste, 2004); ha pubblicato il libro La Risiera di San Sabba. Un'architettura per la memoria (Gorizia, 1999) e diversi articoli sull'architettura triestina del secondo dopoguerra in riviste e cataloghi, tra cui si evidenzia Romano Boico architetto (1910-1985), in "Archeografo triestino" (serie IV, vol. LXV, 2005).

Mostre personali
1989 - Centro culturale Ippolito Nievo, Fossalta di Portogruaro (VE)
1990 - Galleria Comunale I Mulini, Portogruaro (VE)
2010 - Riprese "scorrette" - Libreria La Feltrinelli, Trieste

Mostre collettive
1995 - Outpost Venice, Venezia

Le sue opere pubblicate:

Stralci

Al momento non sono presenti stralci

Recensioni

Al momento non sono presenti recensioni